Archive | articolo

Benvenuti nel parco degli orrori

Posted on 28 Marzo 2015 by ParcoColliDoro

Da questa mattina all’ingresso  dell’ex cantiere patroneggiano questi striscioni:

BENVENUTI NEL PARCO DEGLI ORRORI
(ingresso libero)

ATTRAZIONI

  • Palazzetto fantasma;

  • Cimitero degli alberi

  • Scheletri di cemento

  • Percorso da brivido

ROMA CAPITALE

ASSESSORATO ALLO SPORT

XV MUNICIPIO

se ci siete bettete un colpo

 

 

 

Comments (0)

LE MENZOGNE AI CITTADINI

Posted on 23 Febbraio 2015 by ParcoColliDoro

Negli anni si sono ripetute dichiarazioni poi puntualmente smentite e risultate false e menzoniere che rileggendole ed ascoltandole a distanza di tempo di fronte questa realtà vergognosa assumono significati grotteschi.

Ne vogliamo accennare solo alcune.

14 gennaio 2012
intervista al presidente della Lazio Pallavolo, Giorgio D’Arpino

darpino“Per creare il minor impatto ambientale possibile abbiamo provveduto a stanziare 18mila euro per fare la mappatura completa di tutti gli alberi presenti: quelli che saranno inevitabilmente abbattuti verranno ripiantati in numero doppio, andremo a sostituire così anche quelli già morti da tempo. Inoltre va ricordato che l’ubicazione di Casa Lazio non andrà ad incidere sulla parte più bella del Parco: proprio per questo, avendo preso in considerazione la parte bassa dell’area che è molto sconnessa, dovremo fare delle infrastrutture di sostegno aggiuntive e inevitabilmente più dispendiose.  

Casa Lazio sarà un Centro Sportivo Comunale ma costruito con soldi privati, quelli della Lazio Pallavolo: abbiamo in concessione l’area dal 2007 e ci spetterà la gestione per i prossimi 45 anni.

Il quartiere acquisterà  ovviamente valore con la presenza di una struttura prestigiosa come Casa Lazio che rappresenterà per la zona un’opportunità di riqualificazione. Sarà un luogo di aggregazione per i residenti del quartiere ma non solo, attrarrà giovani e studenti. Il Parco grazie alla presenza di Casa Lazio sarà inoltre frequentabile anche nelle ore serali e rappresenterà sicuramente un motivo di maggiore sicurezza per Colli d’Oro.  
Il progetto nasce proprio per ospitare eventi prestigiosi ed internazionali, non dimentichiamo che avrebbe dovuto essere pronto già in occasione dei Mondiali di Pallavolo che si sono disputati nella Capitale nel 2010 poi purtroppo non è stato così… “

RAI TRE BUONGIORNO REGIONE del 25/09/2012

il presidente della Lazio Palla a Volo D’arpino, concessionario per la costruzione dell’impianto sportivo rilascia alla trasmissione in diretta di RAI TRE BUONGIORNO REGIONE del 25/09/2012 queste dichiarazioni.

 

Comments (1)

Festa dell’Albero 2014

Posted on 24 Novembre 2014 by ParcoColliDoro

Si è svolta sabato 22 novembre la Festa dell’albero 2014 al Parco Colli D’oro Labaro
Il Comitato Parco Colli D’oro  insieme a  Legambiente Parco di Veio hanno dato un abbraccio agli alberi del Parco per ricordare quelli  abbattuti
inutilmente e per riaprire la  ferita dell’eco mostro del palazzetto Volley Lazio di cui ancora è ignoto il destino.
Hanno preso parte anche alcuni ciclisti di “Pedalando Uniti” e “Bike4city” venuti in bici dalla Magliana, dal Torrino e da Cinecittà per l’occasione.

La festa è stata un occasione per discutere anche delle sorti del parco.

Perché nessun albero venga mai più abbattutto per far posto alle speculazioni del cemento;
Perché venga revocata la concessione alla Società e riconvertita l’area in un progetto sociale;
Per chiedere la sistemazione del Parco Colli d’oro.
Per dare il benvenuto a un nuovo nato del 2014 piantando un albero.

 

Comments (0)

FESTA DELL’ALBERO A COLLI D’ORO

Posted on 18 Novembre 2014 by ParcoColliDoro

Il Comitato Colli D’oro aderisce all’evento

LA FESTA DELL’ALBERO

organizzato da

Legambiente Parco di Veio

sabato 22 novembre
alle 11.45 un abbraccio agli alberi del Parco per ricordare quelli  abbattuti inutilmente e per riaprire la  ferita dell’eco mostro
del palazzetto Volley Lazio di cui ancora è ignoto il destino.
Siete tutti invitati!!
Non mancate, sarà un’occasione anche per
informarvi sulle ultime novità.

volantino-festa-albero-3-p

 

Comments (0)

Raccomandata al Sindaco per REVOCA DELL’AFFIDAMENTO

Posted on 11 Novembre 2014 by ParcoColliDoro

Il data 18 ottobre il Comitato ha inviato 3 raccomandate: al sindaco Marino, all’assessore allo sport Pancalli e al Presidente della XV Torquati con la quale chiede di conoscere le ragioni per le quali non è stata ancora revocata questa concessione, considerando che l’art. 9 del Disciplinare di affidamento provvisorio dell’area per la realizzazione di un impianto sportivo – “REVOCA DELL’AFFIDAMENTO” del 22 settembre 2011, che ad ogni buon fine si trasmette in copia, lo prevede espressamente in mancanza di risposta previa diffida a rimuovere entro 30 giorni le inadempienze contestate, e considerato che dalla lettera suddetta del Dipartimento è trascorso ormai un anno, altro che 30 giorni.

Ecco la raccomandata e tutti gli allegati inviati.

Ad oggi 11 novembre 2014 NESSUNA RISPOSTA E’ ESTATA DATA AL COMITATO DA NESSUNO DEI DESTINATARI.

Questa gente fa finta che i cittadini NON ESISTONO, anzi esistono solo quando bisogna chiedere loro il pagamento delle tasse.

 

 

 

documenti allegati:

Comments (0)

Per ricordare come era il parco colli d’oro

Posted on 14 Agosto 2014 by ParcoColliDoro

Questo video è dedicato alle future generazioni per ricordare come era una volta il parco Colli D’oro.

Non servi a nulla adottare gli alberi da parte degli abitanti di Labaro con un certificato simbolico di adozione,

non sevì a nulla essere classificato al primo posto ta i Luoghi del Cuore del FAI

non servì a nulla protestare e raccogliere quasi 4.000 firme di cittadini contrari alla distruzione degli alberi

Ad un certo punto nel video si vede una recinzione, tutti  gli alberi che sono dall’altra parte del reticolato non ci sono più, sono stati tagliati.

adozione1

 

Comments (0)

messaggerointervista

7 ottobre 2012 intervista del Messaggero al Presidente della Lazio Pallavolo Giorgio D’Arpino

Posted on 07 Agosto 2014 by ParcoColliDoro

…per non dimentricare, perchè non potremmo MAI dimenticare, riportiamo l’intervista apparsa sul Messaggero del 7 ottobre  2012 al Presidente della Lazio Pallavolo Giorgio D’Arpino che dichiara : “IL PALAZZETTO PORTERA’ POSTI DI LAVORO”.

messaggerointervista

Altro che posti di lavoro, ha portato il degrado, l’abbandono, il taglio di 48 alberi, la distruzione di un parco e la sottrazione del suo utilizzo ai cittadini di Labaro.
La domanda sorge spontanea: D’Arpino, DOVE SEI ? Perchè non ripaghi del danno che hai fatto alla collettività ?
che hai preso in giro con la convivenza dei partiti politici di sinistra prima (dove si era candidato alle elezioni comunali di Roma nelle liste del PD prendendo 100 voti nel 2008, guarda caso proprio nell’anno dell’aggiudicazione della concessione)
e di destra poi con la delibera e i nulla osta che ti hanno consentito di prendere i finanziamenti del Credito Sportivo con la fideiussione del Comune di Roma.

In un paese “normale” a questa persona avrebbero prima fatto ripagare i danni creati e poi sarebbe satato giudicato dalla magistratura.
Ma si sa, in nostro tutto è tranne che un paese “normale”.

 

Comments (0)

Disinfestazione chimica per la lotta alle zanzare, inutile e dannosa

Posted on 01 Luglio 2014 by ParcoColliDoro

zanzara-img

Il Comitato Colli D’oro, unitamente all’Associazione Dama d’Erbe, ha sottoscritto una lettera che la comuinità scientifica di Roma ha presentato il 25 giugno al sindaco Marino,

agli assessori competenti e a tutti i presidenti dei 15 Municipi con la quale viene chiesto di non procedere alla disinfestazione chimica perhè oltre a non servire a nulla è dannosa all’ambiente ed agli esseri umani.

Vi ripostiamo il comunicato stampa ed allegato la lettera al sindaco.

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

CRITICHE all’ORDINANZA di ROMA CAPITALE N. 58 dell’ 8 aprile 2014

(Interventi di contrasto alla proliferazione della Zanzara tigre)

La Aedes Albopictus, la Zanzara tigre, è arrivata in Italia nel 1990 e, da allora, nonostante sia stata combattuta principalmente con continue nebulizzazioni aeree e prodotti chimici nelle acque, continua ad imperversare ed a rovinarci l’estate. Una domanda sorge spontanea: è giusto considerare la natura come una stanza chiusa in cui si pratica la “disinfestazione” per eliminare gli “ospiti” sgraditi, oppure all’aperto sarebbe opportuno seguire altre regole?

Ad aprile, quando ancora non ci sono zanzare, vengono spruzzati insetticidi su abitazioni, giardini e strade, pensando di creare uno scudo che tenga lontane le zanzare, ma non è così….. moriranno invece i predatori naturali delle stesse che saranno maggiormente resistenti e di più. Si sono visti operatori del settore spruzzare i prodotti chimici adulticidi addirittura nei tombini….. L’ignoranza sull’argomento è grande e vengono continuamente compiute azioni inutili, ma inquinanti e pericolose e, purtroppo, senza controllo!

E’ ormai noto come nei centri urbanizzati ci si muova sotto una “cupola chimica” formata da idrocarburi, PCB, IPA, pesticidi, metalli pesanti, formaldeide dei muri, colle, detersivi, coloranti, disinfettanti, ecc, ecc….. tutte sostanze che coesistono, si sommano e si moltiplicano, producendone altre ancora più nocive.

Inoltre, da anni, la dose di sostanze chimiche in mezzo alle quali viviamo è aumentata grazie alla cosiddetta “lotta alla zanzara tigre”, con la quale, ogni anno, lo spargimento incontrollato di centinaia di migliaia tonnellate di insetticidi chimici, è divenuto consuetudine, dalla primavera all’autunno.

L’Italia, tra i Paesi europei, è quello con il più elevato consumo di pesticidi (fungicidi, insetticidi, acaricidi, erbicidi), circa 3 Kg di sostanze chimiche a persona.

Proprio in questi giorni, le Associazioni nazionali degli apicoltori stanno denunciando che, dalla primavera di quest’anno, nonostante la sospensione dei neonicotinoidi, è aumentata la grave emergenza circa l’avvelenamento delle api e riferiscono come si sia appurato quanto a ciò contribuisca anche il diffuso impiego degli insetticidi (piretroidi ed oganofosforici) per la lotta ai ditteri, tra i quali le zanzare. Tali sostanze sono quelle comunemente usate dalle Ditte (spesso chiamate ECOLOGICHE), incaricate dai singoli cittadini e dalle Amministrazioni pubbliche e private, per le disinfestazioni.

Ma anche per la salute umana non c’è da stare allegri perché, purtroppo, continuano ad aumentare le evidenze di eventi tossici legate all’uso degli insetticidi di sintesi, primi fra tutti per gravità i tumori (specie nei più indifesi, i bambini), le malattie neurodegenerative e i danni al sistema endocrino e riproduttivo (sterilità, malformazioni neonatali, ecc. ecc., oltre ad asma e allergie), tutte in costante aumento. Tali malattie si presenteranno anche dopo anni di incubazione, quando non si penserà più che siano la conseguenza delle irrorazioni.

Nei Paesi industrializzati sta aumentando anche la Sensibilità Chimica Multipla (SCM), una sorta di sindrome dovuta agli agenti chimici, che rende la vita impossibile a chi ne è colpito.

Negli Stati Uniti, con 37 milioni di ammalati, è stata riconosciuta come malattia sociale e così è avvenuto in Germania. In Italia invece, nonostante i numerosi casi in continuo aumento, di questa nuova patologia si tende a non parlare.

Una cospicua bibliografia scientifica internazionale riferisce come le sostanze chimiche esercitino un’azione integrale e quindi complessiva nei confronti dell’organismo esposto, ed esorta ad una elevata, ELEVATISSIMA, prudenza. nell’usare sostanze potenzialmente pericolose.

Invece, incentivato da un allarmismo esagerato, informazioni errate o completa ignoranza sull’argomento da parte dei cittadini, ma spesso anche delle Amministrazioni, c’è attualmente un abuso ed un uso non corretto di prodotti chimici nella lotta alle zanzare.

Con Ordinanze comunali, si autorizza chiunque a spargere dette sostanze dappertutto, (anche nelle Aree Protette in cui vige per legge l’obbligo di tutela della biodiversità), senza la minima valutazione delle soglie di rischio per la salute e per l’ambiente, senza decidere le strategie per una lotta veramente efficace e senza verificare l’opportunità di tali trattamenti.In questo modo, viene concessa l’autonomia al singolo cittadino di trattare argomenti e composti che, invece, come sopra accennato, richiedono molta conoscenza e cautela, mentre sono passati sotto silenzio i numerosi ed efficaci rimedi alternativi che, in modo sinergico potrebbero risolvere il problema, evitando di provocare danni alla salute ed all’ambiente.

Per questo motivo, e ai fini di una proficua collaborazione, molti scienziati, medici ed esperti, in risposta alle ripetute segnalazioni da parte di cittadini, hanno analizzato l’Ordinanza N. 58 dell’ 8 aprile 2014 (Interventi di contrasto alla proliferazione della Zanzara tigre) firmata dal Sindaco-medico di Roma, prof. Ignazio Marino e, trovandola in contrasto con le intenzioni di ecosostenibilità professate dalle Amministrazioni pubbliche sia a livello nazionale, che locale, gli hanno inviato una lettera muovendo severe critiche all’Ordinanza in oggetto.

Tale documento è stato sottoscritto da numerose Associazioni e Comitati che chiedono una risposta, al Responsabile della tutela, della promozione della SALUTE dei cittadini e della qualità ambientale della Capitale.

Roma, 27 giugno 2014

C.N.R. – Consiglio Nazionale delle Ricerche
Tavola Rotonda – Conferenza Stampa

“INSETTICIDI: LORO APPLICAZIONE ED EFFETTI IN AREE ANTROPIZZATE”

Relazione conclusiva

Insetticidi in casa e all’aperto

I Piretroidi

Gli Organo fosforici

Prof. Luigi Campanella

Università di Roma “La Sapienza”

 

Comments (0)

7-6-2014-p2

IL MONUMENTO ALLA VERGOGNA

Posted on 07 Giugno 2014 by ParcoColliDoro

7-6-2014-p2

Eccolo qui, il Comitato Colli D’Oro di Labaro vi presenta il MONUMENTO ALLA VERGOGNA.
Lo potrete venire ad ammirare da tutta Roma, mettetevi in contatto con noi e vi faremo da Ciceroni, vi organizzeremo una visita guidata per farvi ammirare da vicino  questo magnifico MONUMENTO ALLA VERGOGNA e fino a che punto la mente umana può arrivare a partorire un mostro del genere, che ha visto tagliare ben 48 alberi.

L’invito è rivolto a tutti, alla gente comune, alla stampa che in passato ha scritto su questo caso (Repubblica, Paese Sera, Messaggero, ecc. ecc.) alla RAI che ha fatto vari servizi che potrete vedere anche su questo sito (TG3, Buongiorno Regione) a Striscia La Notizia che fece un servizio dedicato al caso, ma, lasciateci dire, che i principali destinatari di questo invito alla visita del MONUMENTO ALLA VERGOGNA, a cui va la nostra sentita dedica,  sono e restano loro : I PARTITI POLITICI, tutti, indistintamente la sinistra (che l’ha partorito) e la destra che l’ha conclamato, il Dipartimento allo Sport di Roma Capitale che ha caparbiamente fatto sì che quello che è sotto gli occhi di tutti avvenisse, la Palla a volo Lazio che ha avuto in concessione l’area e promesso, pur senza averne le capacità imprenditoriale ed economica, la realizzazione dell’opera incompiutaTutto questo è stato portato avanti nel nome della RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE. L’invito è rivolto inoltre al Credito Sportivo del CONI che ha concesso (con i nostri soldi) il credito alla Società Sportiva sapendo fin dall’inizio che non esisteva alcuna speranza che questo potesse essere portato positivamente al termine perchè non supportato da nessun piano finanziario che potesse garantirne la realizzazione prima e la gestione e il mantenimento dell’impianto poi, ed infine  Il Comune di Roma che ha fatto da garante firmando la fideiussione per questo MONUMENTO ALLA VERGOGNA.

Venite gente ad ammirare questa meraviglia, siete tutti invitati.

Comitato Colli D’oro.

 

ULTIME DAL MONUMENTO

Questo video è stato girato il 14 giugno 2014 e mostra le condizioni VERGOGNOSE in cui versa questo che prima era un barco bellissimo.

 

 

 

Comments (2)

Tags:

MONUMENTO ALLA VERGOGNA

Posted on 07 Giugno 2014 by ParcoColliDoro

7-6-2014-p2

Eccolo qui, il Comitato Colli D’Oro di Labaro vi presenta il MONUMENTO ALLA VERGOGNA.
Lo potrete venire ad ammirare da tutta Roma, mettetevi in contatto con noi e vi faremo da Ciceroni, vi organizzeremo una visita guidata per farvi ammirare da vicino GRATUITAMENTE, questo magnifico MONUMENTO ALLA VERGOGNA e fino a che punto la mente umana può arrivare a partorire un mostro del genere, che ha visto tagliare ben 48 alberi.

L’invito è rivolto a tutti, alla gente comune, alla stampa che in passato ha scritto su questo caso (Repubblica, Paese Sera, Messaggero, ecc. ecc.) alla RAI che ha fatto vari servizi che potrete vedere anche su questo sito (TG3, Buongiorno Regione) a Striscia La Notizia che fece un servizio dedicato al caso, ma, lasciateci dire, che  i principali destinatari di questo MONUMENTO ALLA VERGOGNA a cui va la nostra sentita dedica sono e restano loro : I PARTITI POLITICI, tutti,  indistintamente la sinistra (che l’ha partorito) e la destra che l’ha conclamato, il Dipartimento allo Sport di Roma Capitale che ha caparbiamente fatto sì che quello che è sotto gli occhi di tutti avvenisse, la Pallavvolo Lazio che ha avuto in concessione l’area e promesso, pur senza averne le capacità imprenditoriali ed economiche,  la realizzazione dell’opera incompiuta e portata avanti nel nome della RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE, il Credito Sportivo del CONI che ha concesso (con i nostri soldi)  il credito alla Società Sportiva sapendo fin dall’inizio che non esisteva alcuna speranza che questo potesse essere portato positivamente al termine perchè non supportato da nessun piano finanziario che potesse garantirne la realizzazione prima e la gestione e il mantenimento dell’impianto poi, e Il Comune di Roma che ha fatto da garante firmato la fideiussione per questo MONUMENTO ALLA VERGOGNA.
Venite gente ad ammirare questa meraviglia, vi invitiamo tutti.
Comitato Colli D’oro.

 

Ultime dal parco.

Abbiamo trovato su internet questo video girato il 14 giugno 2014 che mostra le condizioni VERGOGNOSE in cui versa questo che prima era un barco bellissimo.

 

Comments (2)

Comitato Colli D'oro


Contatore alberi abbattuti


tempo trascorso dell'inizio dei tagli:

La pagina Facebook del Comitato

Pagine Facebook sul tema

Monitored by eVuln.com